Pinterest VS Instagram

L’altro giorno un cliente – che non è molto social ma crede nei social – mi ha chiesto… “che differenza c’è tra Pinterest e Instagram?
Risposta: “emmmhhhh…. beh… allora, sì…PANICO!
Non che non la sapessi, sia chiaro, ma mi sembrava talmente chiaro e ovvio che non sapevo come spiegarglielo!

Apro con una frase trovata in rete , che mi è piaciuta molto, e che riassume la differenza tra le due piattaforme.
Pinterest is for sharing, Instagram for creation

Schermata 2016-01-27 alle 11.02.07

Dati dati demografici
•    tra i 18 e i 29 anni nel 53% dei casi preferiscono Instagram contro il 34% di Pinterest
•    tra i 30 e i 49 anni aumenta l’utilizzo di Pinterest (28%) su quello di Instagram (25%)
•    tra i 50 e i 64 anni stravince Pinterest con il 27% sull’11% di Instagram

INSTAGRAM è un’app mobile che permette di scattare, modificare e pubblicare foto.
Luogo ideale per condividere luoghi, esperienze, momenti e storie e per migliorare l’interazione di un brand con il popolo del web.
Segue l’ordine cronologico di pubblicazione delle foto.
Instagram è più adatto per le foto live in real-time.

target – uomini e donne di tutto il mondo
obiettivo –  coinvolgimento stupendo con belle immagini e non istruire o indirizzare verso un’attività
contenuto – momenti della vita di tutti i giorni, eventi, luoghi, dettagli e visioni emozionanti e reali

PINTEREST è una piattaforma nata sul web che permette di catalogare, archiviare, organizzare e collezionare contenuti visuali.
Mi piace definirlo un gigantesco archivio di immagini ispirazionali.
Permette di collegare ad ogni immagine un link di destinazione che di conseguenza può generare traffico al proprio sito.

I pin (immagini) vengono mostrati seguendo l’algoritmo proprio di questa piattaforma. Su Pinterest, dunque, i contenuti che appaiono nella home sono pubblicati secondo i propri gusti personali, le categorie di interesse e le interazioni registrate.
Pinterest è più adatto alla pubblicazione di contenuti utili e interessanti nonché un ottimo alleato per l’e-commerce!

target – le donne costituiscono una maggioranza schiacciante, con l’85% del pubblico totale.
obiettivo – far scoprire i propri prodotti, è una vetrina di lancio per contenuti legati a delle attività
contenuto – contenuti completi, da leggere e condividere (infografiche, articoli, guide, suggerimenti fai-da-te, ecc.)

Infine, novità riguardante Pinterest, sembra che anche questa piattaforma sia pronta per il video advertising!
Pare infatti che, come già fatto da Facebook, Twitter e Instagram, ora anche Pinterest voglia implementare sulla propria piattaforma video ads nativi.

Se ne volete sapere di più su Pinterest scaricatevi l’ebook di Cinzia Di Martino “Pinterest for Business”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...